Riscopriti in continuità!

1° Parte

Ci sono due fonti che ci aiutano a conoscerci e a conoscere Dio: la Parola di Dio da una parte, e noi stessi dall’altra. Sono due ruote della stessa bicicletta. Chi è Dio? Qual è l’essenza di Dio? Il suo modo di vivere? …
Dio crea l’universo per donarlo all’uomo e quando lo crea dice “Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”, tutte le caratteristiche di Dio le dona all’uomo nei limiti della natura umana. Ecco perché siamo mistero e per capirci dobbiamo rifarci alla Fonte che è Dio. Le nostre esigenze sono divine perciò infinite.

2° Parte

Siamo figli di Dio e abbiamo in cuore le bellezze divine e le esigenze divine. Cerchiamo gioia e amore, per dare e ricevere la vita. Abbiamo l’esigenza di essere indispensabili. Ciò di dice che l’uomo ha bisogno di Dio tanto quanto il pane che mangia, dell’aria che respira, dell’acqua che beve.
L’uomo non accetta di essere insignificante perché la sua Fonte è l’Essere infinito, e Dio si dona per fare dell’uomo la sua pienezza.
E’ chiaro che satana lotta per convincerci che la gioia sta altrove, nel denaro, nel peccato, nel vizio, nella droga e ci schiavizza per toglierci il diritto di essere liberi. Dio invece ci ama, e lo vediamo nell’Incarnazione del Verbo, e ancora di più nella croce.
Dove sono gli innamorati oggi? Quanti aborti e solo perché il maligno ci ha convinti che la donna è l’oggetto di piacere dell’uomo e viceversa l’uomo per la donna. Quando la coppia decide di essere fonte della vita entrambi l’uomo e la donna generano non solo nell’atto coniugale ma anche nella gestazione.
Purtroppo oggi prevale l’adesione alle passioni!
No giovani voi avete bisogno di Dio, scoprite la vostra identità e i vostri bisogni come figli di Dio.

3° Parte

Le tentazioni di satana: Dio ti schiavizza! No Dio non ha bisogno di me, al contrario vuole che io viva di gioia come Lui. I Comandamenti sono dieci, che è la vita di Dio, e si riassumono in due Ama il Signore e ama il prossimo tuo. Dio ci chiede di amare. Chi dice che Dio ci mette le manette è collaboratore del pensiero satanico.
Il fidanzamento oggi rischia di essere travisato. Non è un periodo per sfruttarsi vicendevolmente o per avere un po’ di compagnia, ma è tempo per conoscersi, per vedere se si è fatti l’uno per l’altro. Per creare un progetto futuro.
La convivenza è peccato perché manca la ricerca della verità, del dono totale di sé, della benedizione di Dio. L’unione in matrimonio è gioia piena.
La tentazione del piacere porta alla schiavitù di se stessi e degli altri. L’illusione del piacere ci scaraventa nel fallimento.
Perché ci sono le sofferenze, le croci? L’amore si dimostra anche quando il mio dono costa, e diventa santo orgoglio per essere se stessi e rivelare ciò che porto nel cuore.
Andiamo a Gesù, Lui è andato in croce per noi, per dimostrarci il suo amore per noi. Quando vogliamo evitare la croce dichiariamo che non abbiamo la capacità di amare veramente. Gesù si dona e ci apre alla vita eterna.

01. Riscopriti in continuità!
Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

a cura di Padre Giglio Maria Gilioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *