Eremo di Calomini

Un capitolo importante nella storia dei Discepoli dell’Annunciazione lo occupa l’Eremo di Calomini.

Che cos’è?  E’ un Santuario mariano dedicato alla Beata Vergine dei Martiri collocato in Garfagnana.
Salendo da Gallicano verso il Comune di Fabbriche di Vergemoli, si vede sotto un dirupo di roccia la bella facciata bianca del Santuario. Oltre alla collocazione molto particolare, la Chiesa è incavata nella roccia di ben 15 metri, dove si trova la nicchia con l’effige della Madonna. Anche nel convento si trovano le celle degli antichi eremiti incavate nella roccia, oggi non visitabili. 

Perché è importante? Nella storia della fondazione è la seconda casa aperta con residenza stabile dei membri della Comunità, ed il primo luogo sacro gestito dalla stessa. Il Santuario è proprietà della Diocesi di Lucca che ha chiamato i Discepoli dell’Annunciazione per affidare la cura pastorale del luogo, ormai abbandonato da qualche anno dai Padri Cappuccini, che pur hanno offerto la loro presenza il fine settimana fino al passaggio di gestione, e poter ridare valore devozionale al luogo di culto oltre a farne un centro spirituale per la zona nel quale garantire ogni Sabato e Domenica la Santa Messa. La Comunità si è assunta la gestione del Santuario in accomodato.

Quando questa apertura? Il 25 Marzo del 2011 si è svolta l’inaugurazione solenne con la concelebrazione del Vescovo Mons. Italo Castellani, i sacerdoti della zona, i padri Cappuccini e molta presenza del popolo di Dio.

L’accoglienza è stata molto buona perché c’era molta attesa e con la scarsità di Sacerdoti presenti nella zona occorreva un punto di riferimento sicuro e una disponibilità stabile per le Confessioni. Il carisma della Comunità è stato molto apprezzato e dopo tanti anni si è stato conosciuto l’apporto dell’apostolato della Comunità all’interno della Chiesa. L’opera di rivitalizzazione è avvenuta ed ora è un luogo dove si respira un aria spirituale benefica. In questi anni abbiamo anche raccolto qualche Grazia ricevuta da chi con devozione e fede si è accostato all’effige della Beata Vergine Maria dei Martiri.

Caratteristica: all’interno della struttura si trova un gioiellino! Una grotta tutta incavata nella roccia

adibita a cappella, dove di inverno si celebra la Santa Messa. Per molti anni è stata luogo privilegiato per il presepe natalizio. Infatti ancora oggi si possono notare tante lucine a soffitto che rappresentavano le stelle nel cielo e l’effetto rimane stupendo.

Il Santuario con la sua posizione isolata garantisce solitudine, silenzio, immersione nella natura, insomma un clima ideale per soffermarsi dalla frenesia di ogni giorno, per calarsi dentro il proprio mondo e cercare un rapporto profondo con il Signore Dio che ci aspetta.

Attualmente non è possibile tenerlo aperto tutti i giorni, però il Sabato e la Domenica la presenza è assicurata. La celebrazione eucaristica avviene:

Sabato prefestiva alle ore 17 di estate e 16 di inverno.

Domenica alla mattina alle 11 e al pomeriggio come il sabato.

Dopo la Santa Messa pomeridiana di Domenica chiude il Santuario.