Il Consacrato specchio delle virtù divine!

1° Puntata
Partiamo dal modello della Trinità Santissima. Non possiamo fare diversamente essendo fatti a immagine e somiglianza di Dio. Gesù è l’epifania del Padre ed è un tutt’uno con Lui. Il Padre non potrebbe esistere senza Gesù e viceversa Gesù senza il Padre. E’ fondamentale anzi vitale che si donino l’uno all’altro per mezzo dello Spirito Santo. Anche noi dobbiamo donare noi stessi sul loro esempio per essere pienezza. Gesù d’altronde ha detto Come il Padre ha amato me così io amo voi. Con l’amore con cui è amato ama noi, che mistero! Siamo amati divinamente. La nostra vocazione non è rinuncia, è vita come lo è per Gesù. La povertà che scegliamo con i voti evangelici è un desiderio di conformarci a Lui, è un mettere la nostra volontà nella sua. E’ capire che il creato non può soddisfare le mie esigenze, ma solo Dio è la mia pienezza. La castità è riconoscere che la vita fisica è solo momentanea e che per esserci ha bisogno della vita divina. Vivere la castità non è rinuncia, ma scegliere la fecondità di Dio, che supera la carne e offre la vita eterna. Vivo la vita vocazionale come pienezza, non come deficienza. Quando non siamo pieni di Lui, sentiamo il vuoto interiore che ci logora e andiamo in cerca di sapere di avere di apparire di comandare, per cercare di colmare il vuoto, ma nulla ci basta. Peggioriamo soltanto accogliendo queste tentazioni. Quando si perde la nostra identità è terribile, diventiamo i peggiori aguzzini del prossimo. Ritorniamo a Dio con fiducia e Lui ci rifarà nuovi. Crediamo fino in fondo e cerchiamolo nella preghiera e se necessario nella Misericordia e saremo riaccolti come figli e rivestiti di gloria.

01. Il consacrato specchio delle virtù divine!
Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

2° Puntata
Chi ascolta voi ascolta me. Gesù parla agli apostoli coinvolgendoli nella sua opera redentrice. Chi porta la Parola di Dio, porta all’apertura, alla fiducia, alla salvezza. Gli apostoli ci aiutano a capire meglio: nonostante abbiano ascoltato Gesù, visto i miracoli compiuti, durante la passione sono scappati tutti e Pietro ha rinnegato di conoscere Gesù. Questo ci suggerisce che non basta sentire la Parola di Gesù, oggi non basta cercare la verità anche nella Parola di Dio, occorre fare un passo oltre. Bisogna aprirsi a Dio, accogliere lo Spirito Santo e farne vita della nostra vita. Questa è l’esperienza mistica che hanno fatto gli apostoli e che li ha resi fecondi. L’esperienza mistica è fondamentale anche per noi oggi. Pietro e Giovanni al sinedrio hanno il coraggio di dire: Noi non possiamo tacere quanto abbiamo visto e sentito, se dobbiamo obbedire a voi piuttosto che a Dio, giudicatelo voi. Cosa significa? Che una volta ricolmi di Spirito Santo non li ferma più nessuno. Allora la domanda rivolta a noi è dura: noi cerchiamo Dio o cerchiamo noi stessi? Come sappiamo se abbiamo fatto l’esperienza mistica di Dio? Se siamo coerenti tra la parola e la vita allora siamo credibili. Non siamo testimoni quando non incarniamo quanto annunciamo.

02. Il consacrato specchio delle virtù divine!
Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

3° Puntata
Domandiamoci: sono un innamorato di Dio? Se lo fossi sarei anche un innamorato dell’uomo, perché il Verbo si è fatto uomo e si è messo all’ultimo posto per poter essere dono a tutti. Se Gesù si mette a servizio di tutti, perché noi, Sacerdoti o anime consacrate, siamo attaccati al denaro? Perché camminiamo su una via diversa da Gesù pur essendo suoi discepoli? A volte rischiamo di farci degli idoli e di divenire schiavi. La nostra chiamata è invece rivelare Gesù con la gioia che offre la Parola di Dio incarnata. Questa è vita, è pienezza. L’amore che portiamo a Dio è lo stesso che dovremmo offrire all’uomo. Così come riceviamo la Misericordia da Dio, allo stesso modo dovremmo donarla ai fratelli. Quando siamo nel confessionale accogliamo, ascoltiamo e con gioia perdoniamo nel nome del Signore. Maria Santissima ci accompagni e ci sia esempio di vita Santa.

a cura di : Padre Giglio Maria Gilioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *